L’animale come soggetto dell’esperienza nel suo mondo ambiente. Spunti per nuovi spazi di ricerca sull’esperienza soggettiva in neuroriabilitazione

IL Mondo ambiente_BO1,204,203,200_QL40_

 

“Una stanza non è la stessa stanza per il topo e per l’uomo”   E. Straus

Gli studi del biologo Jakob Von Uexkull (premio Nobel) hanno avuto delle ripercussioni importanti in diversi campi della ricerca del XX sec.: dalla teoria dei sistemi di L.von Bertalanfly, all’etologia di K. Lorenz e N. Timbergen, alla semeiotica di T. Sebeok, alla cibernetica, e alla filosofia di Heiddegger e Deleuze , i suoi scritti hanno contribuito, tra tanti, alla costituzione dell’ipotesi semeiologica di L. Longhi sull’approccio neurofenomenologico alla neuroriabilitazione.

Secondo Uexkull il biologo che fa le sue osservazioni, deve emanciparsi dall’idea che il suo ambiente umano sia anche quello di tutti gli animali. Egli concepisce la biologia come studio dei rapporti tra l’organismo attuale e il suo ambiente concreto, ritenendo che lo studio dell’ambiente appartenga in modo essenziale ai compiti della biologia, sebbene questo compito sia stato trascurato dalla maggior parte dei biologi. Egli era un pragmatico riguardo all’unitarietà della relazione organismo-ambiente e può essere considerato un pioniere della moderna scienza ecologica, anche se tale rapporto dell’animale con il suo habitat non era inteso in senso evoluzionistico, a differenza con l’ecologia attuale. Uexkull vede innanzi a sé l’animale attuale nel suo concreto ambiente e di questo ritiene che la ricerca biologica “rigorosa” debba occuparsi (J.von Uexkull 1967:31).

L’interesse di Uexkull per il rapporto dell’ambiente con l’organismo non è di tipo causale, ma strutturale, egli non è interessato a comprendere quali siano gli effetti dei fattori ambientali sul comportamento animale, ma soltanto alle configurazioni morfologiche degli esseri viventi, poiché l’aspetto caratteristico del vivente è l’organizzazione, la costruzione (Bau) o struttura morfologica. Per questo Uexkull ritiene che il biologo debba studiare principalmente la vita di relazione, cioè quella in cui agiscono “gli organi di recezione e movimento, che sono posti in una connessione reciproca, secondo un piano costruttivo (Bauplan)” (J. Von Uexkull 1967:38).

La realtà biologica è differenziata, pluralista, dato che ogni organismo non solo è adattato al suo ambiente, ma si trova anche organicamente inserito in esso e vive una sua propria, specifica esperienza. Essendo diverse le esperienze, di conseguenza saranno diversi i mondi stessi in cui gli animali vivono: nel mondo della mosca – scrive Uexkull – troveremo soltanto una realtà vista da una prospettiva da mosca, nel mondo del riccio di mare solamente una realtà vista secondo una prospettiva del riccio di mare (J. Von Uexkull 1967: 81-83). Ogni organismo in quanto soggetto e non semplice oggetto, possiede quindi un suo speciale mondo d’impressione e d’azione, individuale e sensibile, determinato dalla sua struttura morfologica e dalle caratteristiche dei suoi organi percettivi.

Famosa è la descrizione di Uexkuel del “ciclo funzionale” dell’animale. Per illustrare le distinzioni tra i caratteri che formano la complessa relazione tra il soggetto e gli oggetti del suo mondo, egli si serve della metafora della “tenaglia a due branche”:

“Per esprimerci con una immagine, possiamo dire che ogni soggetto animale prende contatto con il suo oggetto mediante una tenaglia a due branche, una percettiva e una attiva: la prima branca conferisce all’oggetto un carattere percepito, la seconda vi imprime un carattere determinato dall’atto, vale a dire effetto di questo, e che perciò chiameremo effettuale. In tal modo alcune particolarità dell’oggetto diventano supporti di caratteri percepiti, altri di caratteri effettuali” (J.von Uexkull 1967: 92-93).

Lidia Gomato

 

Ambiente e comportamento, J. Von Uexkull and G. Kriszat  a cura di F. Mondella – Casa Editrice Il Saggiatore 1967

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...