Il linguaggio al tempo di whatsapp

emoticons

Tratto dall’ art. di Stefano Bartezzaghi “ La Repubblica” 5/05/2016 e liberamente modif. da Lidia Gomato

Il linguaggio scritto si è fatto volatile e gli espedienti iconici (faccette, emoticons, emoji) provano a rendere quanto di corporeo manca alla scrittura: intonazioni, smorfie, gesti. Nel numero dei caratteri ci si contiene anche a costo di abbreviazioni, ma la cosa più importante è subito risultata quella di riprodurre la disinvoltura informale del parlato. Occorre pensare a queste forme di comunicazione come campi che si sono aperti alla nostra capacità espressiva. L’abbassamento di registro è alle radici di questo tipo di comunicazione, scelto dalla nostra contemporaneità come stile di discorso.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...