Il cervello ha in mente il corpo vivente

Sono un guardiano di greggi.

Il gregge è i miei pensieri.

E i miei pensieri sono tutte sensazioni.

Penso con gli occhi e con gli orecchi

e con il naso e la bocca.

Pensare un fiore è vederlo e odorarlo

e mangiare un frutto è saperne il senso.

Perciò quando in un giorno di calura

sento la tristezza di goderlo tanto,

e mi corico tra l’erba

chiudendo gli occhi accaldati,

sono tutto il mio corpo immerso nella realtà,

so la verità e sono felice.

                                         ( F. Pessoa )

 

ImageC’è una struttura nascosta nelle parti atomiche del linguaggio fatta di gesti e di suoni che danno spessore a parole e frasi, questa struttura è in larga parte responsabile di quella magia che è il linguaggio e permette a suoni e segni di diventare portatori di significato. Al Festival delle Scienze sui linguaggi 2014, che si è svolto all’Auditorium di Roma, Diane Lillo-Martin ha mostrato come le lingue dei segni, nonostante la diversa modalità espressiva, sfruttino i medesimi principi di organizzazione del linguaggio parlato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...